HomeItinerariVenezia in un giorno

Venezia in un giorno

venezia in un giorno


Venezia è una delle città più belle del mondo e offre numerose opportunità sia per quanto riguarda la sua storia (è un museo a cielo aperto) sia per quanto riguarda le cose da fare (tour in gondola e in vaporetto, andare per bacari, shopping ecc..).

La città è costruita sull’acqua e non ci sono strade (per cui non ci sonno né traffico e né auto) ma bensì canali che la attraversano e la “tagliano” in lungo e in largo; tra le calli (vie) ci si può muovere liberamente a piedi attraversando i ponti (435) che permettono di passare questi canali e canaletti.

Oltre a piedi potreste pensare (in alcuni casi) di prendere il vaporetto (per collegamenti più rapidi) che vi permetterebbe non solo di avere collegamenti più comodi ma anche di avere una visione di Venezia da una prospettiva completamente diversa.

È possibile visitare Venezia in 1 giorno?

In un giorno il capoluogo veneto può essere visitato a patto che vi organizziate al meglio per la vostra vacanza, su cosa fare e cosa vedere a Venezia, seguendo magari un itinerario ben preciso, coprendo più zone e più parti della città in poco tempo (con qualche piccolo trucchetto). Noi abbiamo quello che fa al caso vostro perché seguendo i nostri consigli scoprirete quelle che secondo noi sono delle tappe obbligatorie.

Cosa fare in 1 giorno a Venezia

Se non siete già stati a Venezia vi guideremo in un itinerario che potrebbe fare al caso vostro per sfruttare al meglio il tempo che avete a disposizione. Non vogliamo imporvi nessun orario ma darvi una certa libertà di movimento seguendo comunque una logica in base alla zone e ai luoghi più importanti. Di seguito vi daremo un’idea di cosa fare in un giorno a Venezia:

Tour tra i ponti di Venezia


Di ponti a Venezia ce ne sono più di 400 ma noi vi faremo percorrere i 4 ponti che attraversano il Canal Grande in un itinerario che vi porterà dalla stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia (o Piazzale Roma) al cuore di Venezia e cioè Piazza San Marco (in circa 60 minuti a piedi andando con calma):

  • Il primo ponte che troverete e che collega Piazzale Roma con la stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia è quello della Costituzione o Calatrava (prende il nome dall’architetto che lo ha progettato) ed è diventato uno dei 4 ponti che attraversano il Canal Grande.
  • Di fronte alla stazione ferroviaria troverete invece il Ponte degli Scalzi (secondo ponte ad attraversare il Canal Grande) il cui nome lo deve al fatto che il ponte si affaccia sulla Chiesa di Santa Maria di Nazareth, in cui la messa per molti secoli fu officiata dall’ordine dei carmelitani scalzi.
  • Proseguite verso la zona di Dorsoduro e dopo una quindicina di minuti troverete il ponte dell’Accademia (il 3° che attraversa il Canal Grande), il quale doveva essere un ponte provvisorio e durare solo alcuni anni. Invece, dopo quasi 80 anni, con dispendiose ristrutturazioni la sua struttura in legno regge ancora e ben si fonde con il resto del paesaggio: una volta arrivati nel punto più alto, non dimenticarti di far un giro a 360° per vedere tutte le bellezze presenti nei dintorni.
  • Proseguite verso Rialto finché non troverete il più antico e conosciuto dei ponti di Venezia, il quarto che attraversa il Canal Grande, il Ponte di Rialto. Arrivate in cima e affacciatevi sul Canal Grande per ammirare il panorama e fare qualche bella foto (o selfie).
  • Una volta scesi dal ponte di Rialto dirigetevi verso Piazza San Marco e prima di arrivare (non attraversa il Canal Grande ma ne vale la pena) troverete il ponte dei Sospiri. La leggenda racconta che se due innamorati passano in gondola sotto il Ponte dei Sospiri al calar del sole, il loro amore durerà in eterno. Mentre in verità era il sospiro dei prigionieri che attraversavano il ponte sapendo che era l’ultima volta che vedevano Venezia.

Passato questo ponte vi troverete nel cuore di Venezia, nella bellissima e incantevole piazza San Marco, dopo aver fatto il tour dei principali ponti a Venezia.

ponte accademia venezia in un giorno

Le “tappe obbligatorie” da non perdere a Venezia

L’itinerario classico di Venezia consiste nella visita del centro storico, del Palazzo Ducale e della Basilica di San Marco. Il Palazzo Ducale è un esempio straordinario di architettura civile gotica veneziana, dimora del doge e luogo simbolo della città che ha visto passare le opere di grandi artisti come Tintoretto, Tiziano e Veronese.

Tra le altre cose da fare vi consigliamo gli “itinerari segreti” della Repubblica Serenissima con guida specializzata a Palazzo Ducale, da prendere con biglietto a parte rispetto a quello d’ingresso!

La Basilica di San Marco è il fulcro della vita religiosa e pubblica della città, fondata nel IX secolo per custodire il corpo di Marco evangelista, celebrato il 25 aprile festa anche della Liberazione.

Per un accesso più rapido ad entrambe le attrazioni, potreste acquistare un biglietto salta fila che vi permetterebbe di risparmiare tempo, soprattutto in periodi di alto afflusso di turisti (come Carnevale).

palazzo ducale venezia in un giorno

Pranzo all’Hard Rock Cafè

Per pranzo nel vostro itinerario potreste fermarvi all’Hard Rock Cafè, situato all’esterno di Piazza San Marco dove potreste prenotare il vostro tavolo con posti prioritari, dato che in questo posto è di prassi attendere che si liberi il tavolo. In più essendo il più piccolo d’Europa e richiamando ogni giorno molti turisti, acquistare il biglietto che vi farà saltare la fila vi permetterebbe di risparmiare non poco tempo.

Tour in vaporetto

Da San Marco dopo aver pranzato potreste incamminarvi all’imbarcadero di San Marco e da qui prendere la linea 2 che vi permetterà ad un costo basso di fare il giro panoramico in vaporetto a Venezia (circa 60 minuti). Potrete acquistare il biglietto nelle biglietterie automatiche poste al di fuori dell’imbarcadero. Altrimenti se partite già con l’idea di usufruire del traghetto allora prenotate il biglietto sul sito dell’azienda pubblica ACTV che effettua il servizio. Qui troverete le varie linee (con le fermate), gli orari, i prezzi,alcuni biglietti speciali (come quelli a tempo) e altre informazioni utili tra cui l’accessibilità, servizi di emergenza ecc…

Musei

Il pomeriggio potreste visitare uno dei musei che di seguito vi proponiamo per il vostro itinerario a Venezia e vi consigliamo di andare sui vari siti per prenotare il biglietto (risparmierete tempo prezioso) e guardare i prezzi e gli orari (nonché i giorni di chiusura). Per altre informazioni sull’accessibilità e sull’eventuale supporto di una guida rimandiamo sempre ai siti ufficiali.

  • La Collezione Peggy Guggenheim è il museo più importante in Italia per l’arte europea e americana del XX secolo creato dall’ereditiera americana Peggy Guggenheim. Si trova a Palazzo Venier dei Leoni sul Canal Grande, in quella che fu l’abitazione della mecenate americana, raccoglie quadri di varie epoche e artisti tra cui spicca Picasso. È raggiungibile con le linee 1, 2 e 3 dei vaporetti (la linea 3 è utilizzabile solo dai possessori della tessera iMob).
  • Gallerie dell’Accademia ai piedi del Ponte in zona Dorsoduro ha una collezione di dipinti veneziani e veneti ma non solo. Vale assolutamente una visita per tutti i capolavori che presenta: da Tiziano, a Tiepolo, senza dimenticare Giorgione e Lotto. Raggiungibile non solo a piedi ma anche in vaporetto con le linee 1 e 2 (fermata Accademia).
  • La Scuola Grande di San Rocco era la sede di una confraternita di veneziani benestanti dediti ad opere benefiche e prende il nome dal corpo di San Rocco, qui custodito. Nel 1564 la Confraternita affida a Tintoretto il compito di decorare la Scuola. Egli ha messo tutta la sua maestria nel dipingere la Sala dell’Albergo della Scuola di San Rocco: e ci è riuscito, perché questo ciclo di opere è considerato da tutti come la Cappella Sistina di Venezia. Il nostro consiglio è di recarvi a piedi a San Polo (dove si trova la scuola) perché è molto più agevole e se prendete il vaporetto (linea 1 e 2) dovrete comunque percorrere un tratto camminando

Tour in gondola

Sicuramente è tra le prime cose che affiorano alla mente quando si pensa a Venezia. Il giro in gondola rappresenta una delle principali attrazioni della città ed è considerata uno dei simboli di Venezia. Inevitabilmente il giro in gondola a Venezia è un’esperienza indimenticabile che deve essere fatta se si vuole dire di aver vissuto veramente la città.

Oltre ad essere un giro rilassante per i canali di Venezia rappresenta anche un’alternativa per visitare la città e conoscere tutti i suoi angoli, più o meno noti. In giro per la città sono presenti numerosi stazi (luogo in cui sostano le gondole), con proposte differenti di itinerari che vanno a coprire diverse parti della città.

Noi volevamo proporvi un tour in gondola sui canali meno conosciuti e quindi più romantici per non fare il classico tour ma scoprire qualcosa di diverso che pochi hanno fatto. Durante questo tour di 35 minuti potrete ammirare palazzi maestosi e antichi ponti, facendovi cullare dalla voce di un gondoliere che lungo il tragitto vi racconterà la storia di ognuno di essi.

Tra Bacari e cicchetti

Al calar del sole o verso ora aperitivo / cena, invece per il vostro itinerario a Venezia vi consigliamo di andare per bacari. Venezia è una delle mete turistiche più ricercate al mondo ed è rinomata non solo per le sue gondole e le maschere (per la sua storia e il patrimonio artistico), ma anche per la sua lunghissima tradizione culinaria, ricca di sapori diversi e di ingredienti tipici della Laguna e del territorio veneto.

I bàcari sono una specie di baretti, dove potrete scoprire i sapori tipici dell’enogastronomia veneziana in un ambiente rustico e conviviale, il tutto a un prezzo ragionevole. I veneziani li frequentano soprattutto per bere un’ombra di vino accompagnata da cicchetti vari, come una fetta di pane con salumi vari, polpette, sarde in saòr, baccalà mantecato e chi più ne ha più ne metta.

Una delle cose da fare un giorno a Venezia è sicuramente dirigervi verso le zone più ricche di bacari (sono quelle di San Polo e Cannaregio). Mentre se cercate qualcosa di più defilato vi conviene spostarvi in direzione Castello. Di sicuro l’esperienza di un tour a Venezia per i bacari sarà molto più “veneziana” di un classico ristorante (e il vostro portafogli vi ringrazierà).

Per esperienza personale la zona intorno a Rialto presenta molti bacari, tra cui “I Do Zemei” un’istituzione frequentato anche da vip (come potrete vedere sulle foto appese dietro il bancone), con cicchetti favolosi e una buona scelta di vini veneti.

Se cercata una zona specifica senza pagare tanto, allora vi daremo un consiglio su come mangiare a Venezia spendendo poco!

Cosa siete riusciti a vedere in un giorno a Venezia?

Ci vorrebbe più di un giorno per vederla tutta ma seguendo i nostri consigli su cosa potreste vedere e fare in un giorno a Venezia potrete dire di aver visto Venezia nella sua parte più bella e più conosciuta.

Volevamo ricordarvi che in concomitanza di grandi eventi (come Capodanno) l’afflusso di turisti è ancora più sostenuto del solito e che organizzare la vostra vacanza a Venezia diventa indispensabile.

In caso siate in periodi di alta marea dovreste capire come affrontare l’acqua alta a Venezia, fenomeno eccezionale solo in alcuni periodi dell’anno. Inoltre se avete beccato un giorno di pioggia, organizzatevi per capire cosa fare a Venezia con la pioggia.

Lasciateci commenti sulla vostra “toccata e fuga” a Venezia! Intanto godetevi il video di quello che vi attende a Venezia in un giorno (buona visione).

Condividi con:
Commenti
  • Vado spesso a Venezia in giornata e devo dire che anche se il tempo è poco siamo sempre riusciti a visitarla quasi tutta e a tornare stanchi morti in treno!

    11 gennaio 2017

Lascia un commento