HomeItinerariAlla scoperta dei mercati rionali di Venezia

Alla scoperta dei mercati rionali di Venezia

Se si vogliono conoscere davvero gli usi e i costumi di una città sicuramente non c’è modo migliore che recarsi nei suoi mercati, dove se ne può scoprire la quotidianità e l’anima più autentica. Immergersi nell’atmosfera caratteristica dei mercati rionali di Venezia è infatti un ottimo modo per scoprirne vecchi e nuovi volti in zone diverse della città, alcune delle quali anche poco conosciute ai più.

In questo articolo vi parleremo di alcuni dei mercati rionali più importanti della città, quelli attualmente frequentati dai veneziani e dove si parla il dialetto stretto, quelli più vivi e autentici.

I mercati di Venezia

Ai tempi della Serenissima, centro commerciale tra i più importanti d’Europa, in città non mancavano mai merci provenienti da tutto il mondo. Per questo motivo a Venezia, in quasi tutti i quartieri, era presente almeno un mercato rionale dove la gente comune poteva acquistare generi di prima necessità e compravendere ogni tipo di prodotto alimentare e altri articoli, come spezie orientali, tessuti pregiati, profumi e metalli preziosi. In quasi tutti venivano vendute principalmente grandi quantità di pesce, la risorsa più grande della città lagunare.

I mercati alimentari

Di sicuro avrete già sentito parlare del Mercato di Rialto, il più famoso di Venezia, tuttavia nel centro storico della città e nelle isole vicine ci sono molti altri mercati rionali che si tengono almeno una volta a settimana, i quali offrono buone occasioni per acquisti a prezzi vantaggiosi. Sulle bancarelle è possibile trovare una grande varietà di prodotti alimentari, dai formaggi ai salumi, dalla carne all’ortofrutta, dai pesci ai frutti di mare, ma anche fiori e piante, abbigliamento e oggetti per la casa.

mercato-rialto-pano RID
Il Mercato di Rialto

Il Mercato di Rialto è uno dei più importanti e antichi d’Italia. Fondato nel 1097, è diventato ormai una delle tappe obbligate per chi visita la città di Venezia. Situato nei pressi del Ponte di Rialto, si estende tra Campo San Giacometo e Campo de la Pescaria ed ospita il famoso mercato ittico e il mercato ortofrutticolo.

La zona del mercato è stata rimaneggiata più volte nel corso dei secoli e, come appena accennato, oggi si presenta divisa tra la Pescaria, con vari banchi del pesce posti sotto un ampio colonnato, e l’Erbaria, con banchi all’aperto di frutta e verdura. E’ un luogo molto pittoresco di Venezia, inserito in un contesto unico nel suo genere: qui il vociare dei commercianti si mescola con i colori e gli odori provenienti dai banchi e con il viavai di cittadini e turisti curiosi, i quali ogni giorno si precipitano di buon’ora per acquistare i prodotti più freschi o solo per dare un’occhiata.

mercato di rialto RID

Per raggiungerlo, dovete scendere dal Ponte di Rialto dal lato opposto a San Marco: arriverete subito in Campo San Giacometo, dominato dalla chiesa omonima, la più antica di Venezia, le cui campane annunciavano l’apertura e la chiusura del mercato. In questo campo troverete tante bancarelle, tuttavia per il mercato di Rialto vero e proprio bisogna proseguire. Attraversando il porticato di fronte a San Giacometo – chiamato Banco Giro, dove i mercanti un tempo si incontravano per le loro contrattazioni – sbucherete in Campo Bella Vienna: da qui cominciano le bancarelle di frutta e verdura, le quali si estendono lungo il Canal Grande. Più avanti troverete il celebre mercato del pesce, nella zona coperta alla fine di Campo de la Pescaria e lungo parte di Campo de le Becarie.

rialto RID

Si tratta di un luogo storico per i veneziani, il quale ha mantenuto la sua genuinità nonostante la sua fama. Affollato sin dalle prime ore del mattino, il mercato è un punto fermo dell’enogastronomia locale: qui si trovano frutta e verdura di qualità e pesce fresco delle acque lagunari, quali sogliole, sardine, calamari, granchi e molto altro, nonché il radicchio di Treviso e altri ortaggi e verdure del territorio veneto e delle isole, come i carciofini e gli asparagi di Sant’Erasmo e Le Vignole.

Il Mercato di Rialto è aperto tutti i giorni: nello specifico, il mercato ortofrutticolo si svolge dalle 7 alle 20, mentre il mercato ittico dalle 7 alle 14. Per fare un bel giro vi consigliamo di andare di prima mattina.

Il Mercato di Rio Terà San Leonardo

Si trova nel Sestiere di Cannaregio, in Strada Nova, vicino al Ponte delle Guglie. Ogni mattina, nel piccolo mercato di San Leonardo si vendono principalmente frutta e verdura, ma sono presenti anche un paio di banchi del pesce. Spesso vi si può trovare anche qualche bancarella di articoli casalinghi e di abbigliamento.
E’ aperto dal lunedì al sabato e segue gli orari normali dei negozi.

Il Mercato di Via Garibaldi

Situato proprio in fondo alla via, prima di arrivare al Rio Sant’Anna, il mercato di Via Garibaldi si trova in una delle zone meno turistiche della città e serve tutta l’area del Sestiere Castello. Tutti i giorni qui si vende frutta, verdura e pesce, si può trovare anche qualche bancarella di vestiario, e si respira aria di paese. Ne fa parte anche una barca che vende frutta e verdura.
E’ aperto tutti i giorni dalle 7 alle 14.

pesce mercato rialto RID

Il Mercato di Campo Santa Margherita

Nel Sestiere Dorsoduro questo campo, tra i più movimentati di Venezia, ospita un piccolo mercato che rivende essenzialmente pesce e verdura, aperto tutte le mattine (tranne domenica e lunedì).
Poco distante da Campo Santa Margherita si trova il più defilato Campo San Barnaba, nel cui rio omonimo si trova un pittoresco barcone dove ogni giorno è possibile acquistare frutta e verdura.

I mercati delle isole

Non solo a Venezia centro storico, ma anche nelle sue isole sono presenti diversi mercati frequentati dai veneziani e ultimamente anche dai turisti, dove potrete trovare frutta e verdura, pesce e molluschi, formaggi e ogni genere alimentare tipico della laguna e della zona del veneziano.

Il Mercato di Sacca Fisola (Giudecca)

Si svolge ogni settimana sull’isola omonima. Si tratta di un mercato atipico per Venezia, perchè ogni venerdì mattina un vaporetto trasporta dalla terraferma dei camioncini che diventano banchi di vendita, in un posto dove non girano mai veicoli a motore. Vi sono bancarelle di vario tipo e si vendono dagli articoli di abbigliamento ai casalinghi, ma soprattutto prodotti alimentari, quali verdure e pesce sempre freschissimi.
Il mercato è aperto ogni venerdì dalle 7 alle 14.

mercato-rialto-14 RID
Il Mercato del Lido

Ogni martedì dalle 7 alle 14 la Riviera di Corinto si riempie di numerose bancarelle e automezzi vari trasformati in banconi (circa novanta), i quali trattano ogni tipo di articolo, soprattutto generi alimentari locali e dal resto d’Italia. Particolarmente apprezzate sono le rivendite di formaggi, nonché le verdure fresche delle isole della laguna. Il venerdì dalle 7:30 alle 13 invece è possibile partecipare al Mercato del contadino del Lido di Venezia, dove le aziende agricole espongono e vendono i propri prodotti di natura biologica, il tutto coltivato nel territorio veneziano.
Per raggiungere il Lido dovrete prendere il vaporetto della linea 5.1 per Venezia Lido, fermata Santa Maria Elisabetta.

Il Mercato di Burano

Ogni settimana, in Rio Terà del Pizzo si tiene il Mercato di Burano, uno dei posti migliori dove acquistare la frutta e la verdura più fresche e pesce e carne di ottima qualità. Ogni giorno invece, dalle 7 alle 20, in Campo della Pescheria trovate il mercato ittico, il quale offre sempre pesce freschissimo, ed uno più piccolo che espone frutta e verdura proveniente dall’estuario.
Per raggiungere l’isola potete prendere il vaporetto (linea 12) verso Burano con partenza dalla fermata Fondamenta Nuove.

I mercati biologici

Un po’ diversi da quelli tradizionali ma non per questo meno interessanti sono i mercati dei prodotti biologici ed equosolidali: qui potrete trovare tutto il meglio della produzione agroalimentare locale e dell’entroterra veneziano, nonché vestiti e altri oggetti realizzati artigianalmente grazie alle iniziative promosse da cooperative e aziende agricole della zona.

orto biologico RID

Il Mercato del Carcere femminile della Giudecca

All’interno del Carcere femminile della Giudecca – all’epoca Convento delle Convertite – esiste uno spazio di 6.000 metri quadrati chiamato “Orto delle Meraviglie”, il quale è curato da una decina di detenute senza l’impiego di macchinari, concimi o prodotti chimici. Qui troverete frutta e verdura biologica, gustosa, sana e poco costosa, con una scelta tra circa trenta tipi di ortaggi diversi. Ai banchi è possibile acquistare anche prodotti cosmetici e di legatoria realizzati nei laboratori all’interno del carcere.
Il mercato è aperto ogni giovedì dalle 9 alle 12, in Fondamenta delle Convertite sull’isola della Giudecca, proprio davanti all’ingresso dell’istituto penitenziario.

Il Mercato di Rio Terà dei Pensieri

Il Mercato di Rio Terà dei Pensieri è prevalentemente artigianale e i prodotti esposti vengono realizzati a mano all’interno delle carceri veneziane, utilizzando materie prime riciclate. Potrete acquistare borse e accessori con marchio “malefatte”, creati con il pvc dei manifesti pubblicitari, e ancora magliette, shoppers in cotone e prodotti appartenenti alla linea cosmetica biologica certificata (profumi, saponi, detergenti e altro) realizzati con le piante coltivate all’interno dell’istituto penitenziario.
E’ aperto ogni mercoledì dalle 9 alle 12 e si trova nelle vicinanze di Piazzale Roma.

Il Mercato dell’Altraeconomia

Agli amanti dei prodotti biologici di alta qualità e degli acquisti equosolidali, il mercato dell’Altraeconomia propone prodotti biologici locali, come frutta, verdura, formaggi, miele, vino, e diversi articoli del Commercio Equo e Solidale. Sulle varie bancarelle potrete trovare anche vestiti creati con materiali biologici e colorati con tinte naturali, nonché piccole riparazioni, piante officinali, prodotti riciclati e molto altro, il tutto realizzato nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale.
Si svolge tutti i giovedì dalle 9 alle 17:30 in Rio Terà dei Pensieri.

verdura mercato rialto RID

Il Mercato del contadino – Farmer’s market

Si tiene ogni lunedì dalle 8 alle 14 nell’area di Santa Marta nel Sestiere Dorsoduro, in Calle Longhi. Si tratta di un mercato di vendita diretta dal produttore al consumatore a cui partecipano una ventina di aziende agricole del posto. Qui è possibile trovare una grande varietà di prodotti biologici di stagione e le migliori produzioni agroalimentari coltivate nelle isole della laguna di Venezia e nel suo immediato entroterra, quali gli asparagi di Giare, il miele di barena, il vino di Lison Pramaggiore, le fragole, i formaggi e le numerose primizie del territorio veneziano, come ad esempio le castraure, i primissimi carciofini tipici dell’isola di Sant’Erasmo.

I mercatini dell’antiquariato di Venezia

Andando in giro per campi e campielli può capitare anche di imbattersi nelle bancarelle di un mercatino dell’antiquariato. In una città storica e affascinante come Venezia è viva ancora oggi sia la tradizione artigianale, sia il gusto per le cose d’epoca, e ciò è testimoniato dalla forte presenza di mercatini e mostre dedicati al collezionismo e al vintage. Vale la pena allora di farci un giro almeno una volta, alla ricerca di storie del passato e pezzi unici di epoche lontane.

antiquariato 2 RID

Il Mercatino di San Maurizio

Nel 1970, grazie all’interessamento di un piccolo gruppo di antiquari e collezionisti veneziani, nasce il Mercatino di San Maurizio, che si svolge nel campo omonimo in Sestiere San Marco. Ad oggi gli espositori che vi partecipano sono più di cinquanta, i quali si riuniscono più volte all’anno (per quattro o cinque weekend, di solito durante i due che precedono il Natale e la Pasqua, il primo fine settimana di giugno e la settimana della festività di San Maurizio, il 22 settembre) per dar vita al più caratteristico e ormai famoso mercatino dell’antiquariato di Venezia, meta ideale per gli amanti di antiquariato, usato e vintage.

antiquariato 1 RID

L’elenco delle merci esposte è davvero lungo: potrete trovare mobili pregiati e suppellettili, cristalli d’epoca o vetri di design, utensili da cucina e strumenti musicali, ceramiche antiche, nonché metalli preziosi, tessuti ricamati, libri antichi, stampe e molto altro. Ad ogni appuntamento, gli appassionati affluiscono da tutta l’Italia per trovare qualcosa di interessante tra i generi esposti sui tradizionali moduli in legno, gli stessi sin dall’anno di fondazione del mercato.

Campo San Maurizio si trova nelle vicinanze del Ponte dell’Accademia e si può raggiungere in vaporetto: prendendo la linea 2 bisogna scendere alla fermata Accademia, mentre se si va con la linea 1 le fermate sono Sant’Angelo o Santa Maria del Giglio.

Il Mercatino dei Miracoli

Un appuntamento imperdibile per gli amanti dell’usato e di oggetti antichi. Si svolge una decina di giorni all’anno, in genere da marzo a dicembre, nell’area di Campo Santa Maria Nova, dei Miracoli e dintorni, nel Sestiere Cannaregio. E’ un piccolo mercato tenuto da appassionati e operatori non professionali, con bancarelle ricche di pezzi d’epoca, articoli per hobbysti, fumetti, stampe, libri e tanto altro, provenienti molto spesso dalle case dei veneziani stessi.
Per raggiungerlo, potete prendere il vaporetto (linea 4.1, 4.2, 5.1, 5.2, 12, 13, 21 o 22) e scendere alla fermata Fondamente Nove.

antiquariato 3 RID

Il Mercatino “Robe da Mar”

Si trova in Via Garibaldi, a Castello, ed è il più amato dai veneziani poiché poco conosciuto e, di conseguenza, poco frequentato dai turisti. Qui è possibile acquistare oggetti d’antiquariato, usati e da collezione. Con l’occasione del mercato, si può anche approfittare per visitare una delle zone meno turistiche di Venezia, ma molto frequentata dai veneziani per i suoi negozi di oggetti legati alla tradizione marinara e alla pesca.
Se volete raggiungere la zona dell’evento, potete prendere il vaporetto (linea 1, 4.1 o 4.2) e scendere alla fermata Arsenale.

Il Mercatino “Polvere di Ricordi”

Qui per gli appassionati è possibile trovare delle vere occasioni vendute da professionisti e da privati. Tra le bancarelle si trovano oggetti usati e d’antiquariato, libri antichi, stampe, murrine, argenteria, giocattoli, dischi, stampe e oggetti da collezione. Si tiene tre volte l’anno, solitamente nel secondo fine settimana di marzo, il primo fine settimana di ottobre e l’ultimo giorno di novembre (il Comune di Venezia stabilisce di volta in volta le date esatte).
L’evento si svolge in Campo de la Erbaria e Campo San Silvestro a San Polo e in Campo Sant’Agnese a Dorsoduro. Per raggiungerlo, potete prendere il vaporetto (linea 2, 5.1, 5.2, 6, 8, 10 o 16) e scendere alla fermata Zattere.

Dove trovare i mercati

Vi presentiamo di seguito una mappa con tutti i mercati menzionati all’interno di questo articolo, evidenziati con colori diversi: seguite la legenda per distinguerne le varie tipologie!

Legenda
in rosso: mercati alimentari
in giallo: mercati delle isole
in verde: mercati biologici
in azzurro: mercati dell’antiquariato

Vale la pena visitare i mercati rionali?

Certamente! In qualsiasi città, andare al mercato è sempre un’ottima opportunità per acquistare i prodotti agroalimentari più freschi e genuini della zona, trovare delle occasioni, scoprire oggetti impensabili e ascoltare storie mai sentite di persone, cose, luoghi sconosciuti. E’ una buona occasione per capire qualcosa in più sugli usi e i costumi, delle sue tradizioni e della gente del posto.

Scoprire quelli di una città come Venezia, con la sua storia e il suo inestimabile patrimonio culturale, ma soprattutto con la sua atmosfera e il suo fascino senza tempo, non può non coinvolgere i turisti e i curiosi in un’esperienza unica, fatta di tradizione e quotidianità: è infatti anche grazie ai suoi mercati e alle loro storie che si può scoprire la Venezia più vera.

Condividi con:
Commenti
  • Stupendi!! io sono stata lo scorso mese al mercato di Rialto, a parte che avrei speso tutto quello che avevo in portafogli, ma per fortuna avevo la mia macchina fotografica, le bancarelle sono uno spettacolo!

    13 aprile 2017

Lascia un commento