HomeConsigliVenezia ad Ottobre

Venezia ad Ottobre

Venezia d’autunno

Di solito, la Venezia più legata all’immaginario collettivo è quella estiva, afosa e ricolma di turisti. Successivamente, quando le temperature si abbassano e l’afflusso di visitatori diminuisce, la città lagunare cambia volto. I cieli plumbei che caratterizzano il periodo, uniti alle fitte coltri di nebbia che si propagano tra calli e canali, conferiscono a Venezia tinte malinconiche e atmosfere quasi spettrali cariche di fascino, che la rendono una meta ideale per una vacanza ricca di cultura e tranquillità.

Venezia ad Ottobre è una città che si presta a lunghe passeggiate, durante le quali vi sarà possibile esplorare campi e sestrieri, liberi da sciami di turisti e senza il disagio della calura estiva. Se poi il clima dovesse rivelarsi troppo rigido, tra un giro e l’altro, potrete comunque cogliere l’occasione per riscaldarvi visitando mostre e musei che, nella città lagunare, abbondano.

Il fenomeno dell’ acqua alta

Segno distintivo della metamorfosi che caratterizza la Venezia d’Ottobre, è il ritorno della famigerata acqua alta, molto rara nella stagione estiva, che in autunno raggiunge il suo apice. Questo fenomeno, dovuto principalmente al ciclo di maree dell’Adriatico, porta l’acqua degli innumerevoli canali di Venezia ad innalzarsi, sommergendo alcune aree situate nei punti più vicini al livello del mare.

Vedere una città dall’aspetto così antico, parzialmente inondata è uno spettacolo di indiscutibile fascino, in grado di conquistare visitatori provenienti da ogni dove. Ciononostante, questa eventualità potrebbe rallentare, se non addirittura interrompere il vostro itinerario, in tal caso sarà meglio quindi pianificare dei percorsi alternativi.

Onde evitare di incappare in questo genere di insidia, o semplicemente per non farvi trovare del tutto impreparati, vi consigliamo di leggere la nostra guida dedicata al come affrontare l’acqua alta a Venezia.

Mezzi di trasporto e vestiario adeguato

Nonostante la città di Venezia sia provvista di un’efficiente linea di servizi di trasporto via acqua, che comprende vaporetti, taxi e gondole, il mezzo che va per la maggiore sono i propri piedi.
Si raccomanda quindi l’utilizzo di calzature solide, ma soprattutto comode, che vi permetteranno di percorrerla in totale comfort e serenità.

L’umidità tipica della città lagunare accentua la percezione del freddo, si consiglia quindi un abbigliamento consono a tali condizioni. Tenendo presente che le temperature dell’Ottobre a Venezia sono altalenanti, sarà meglio prendere in considerazione l’idea di portare con voi anche dei capi più pesanti, pronti all’uso se il freddo dovesse iniziare a farsi sentire.

Eventi e ricorrenze dell’Ottobre Veneziano

Da sempre luogo di grande cultura, Venezia ad Ottobre offre ogni anno un ampio ventaglio di iniziative ed eventi rivolti ad un pubblico erudito ed eterogeneo. Ciononostante, in mezzo a tante proposte, varie e sempre nuove, ve ne sono anche alcune più tradizionali e radicate nella storia della città lagunare, che attendono solo di essere scoperte e amate.

Halloween

Erroneamente attribuite al solo folklore anglosassone, le radici di questa festività sono sorprendentemente legate alla tradizione della città lagunare. Intagliare zucche ed esporle la vigilia di Ognissanti, con un lumino al loro interno, era infatti una pratica antica diffusa nel territorio veneziano, questi ortaggi cesellati prendevano il nome di Suche dei morti o Suca baruca.

La notte di Halloween a Venezia, grazie ai suoi scorci dal fascino antico e decadente, è la scenografia perfetta per festeggiare al meglio una simile ricorrenza, ogni anno infatti si organizzano visite guidate, durante le quali vengono raccontate inquietanti leggende, camminando attraverso i luoghi più sinistri della città lagunare.

I visitatori dai gusti più moderni, possono invece cimentarsi in attività nuove ma dalla crescente popolarità, come le Escape room, una prova di ingegno e abilità, nella quale piccoli gruppi di persone vengono rinchiusi in delle apposite stanze, dalle quali è possibile fuggire solo risolvendo dei particolari enigmi. Un’altra di queste fresche idee è lo Zombie walk, una parata in costume, nella quale ogni singolo partecipante sfila per le strade della città truccato da morto vivente, una delle più popolari figure dell’immaginario horror degli ultimi anni.

Venice Marathon

Successivamente al suo esordio, avvenuto nel 1986, la Venice Marathon è ormai una realtà consolidata e costante, che ogni autunno entusiasma e coinvolge un numero sempre maggiore di atleti da tutto il mondo. Stabilmente riproposta con continue migliorie, la cornice di questa manifestazione rimane sempre la stessa: l’incantevole isola di Venezia e il suo affascinante entroterra.

Festa del mosto

Seconda in dimensioni solo a Venezia, l’isola di Sant’Erasmo è la più grande dell’arcipelago lagunare.
La sua locazione, situata tra Burano, Murano e Punta Sabbioni, dona a quest’isola una forte presenza di terreni fertili, caratteristica che la rende il territorio agricolo della laguna veneziana.

Tale fecondità viene celebrata ogni anno con la Festa del mosto, una speciale ricorrenza nella quale, in seguito alla celebrazione della Santa Messa, i carri agricoli vengono benedetti e addobbati a festa, successivamente è possibile recarsi a stand gastronomici, mercatini di prodotti locali e, infine, assistere a varie competizioni di voga alla veneta, tra le quali spicca la cosiddetta “regata mista”, nella quale gli equipaggi sono rigorosamente composti da un uomo e una donna.

Nonostante la sua natura profondamente tradizionale, la Festa del mosto di Sant’Erasmo è comunque una celebrazione rivolta a tutta la famiglia, sono infatti presenti attività come animazione per bambini e dimostrazioni di pigiatura dell’uva.

Sapori d’Ottobre

Come tutti sanno, la tradizione culinaria lagunare è composta da piatti ideali per ogni periodo dell’anno, però uno dei più unici è strettamente legato al mese di Ottobre: questa pietanza sono le moleche. Altrimenti nota con il suo appellativo dialettale moeche, questo piatto è una speciale frittura di granchi che, a causa del cambio della muta, che avviene solitamente in autunno e primavera, presentano un carapace morbido e commestibile.

Tali crostacei vengono catturati con speciali gabbie di legno, per poi essere immersi nell’uovo sbattuto e cucinati nell’olio. Un piatto prelibato, raro e profondamente legato alla tradizione.

Affluenza di visitatori

Dopo la fiumana di turisti che caratterizza la stagione estiva, Ottobre è un mese nel quale è possibile ammirare Venezia in tranquillità e con un clima più piacevole rispetto all’opprimente afa estiva. In queste condizioni risulta quindi più facile per un visitatore prenotare camere d’albergo, anche pochi giorni prima di arrivare nella città lagunare.

Si consiglia di scegliere hotel in zone “soprelevate”, onde evitare il caratteristico fenomeno dell’acqua alta, e nelle vicinanze di imbarcaderi per poter salire sui vaporetti con maggiore facilità. Particolarmente indicate sono strutture come Bed & Breakfast o alberghi senza prenotare il servizio di completa o mezza pensione, una condizione che vi permetterà di esplorare al meglio la città di Venezia e gustare i suoi piatti tipici.

Ovviamente, una città come Venezia abbonda di strutture alberghiere, tra tutte quelle a disposizione ne abbiamo scelte tre che, crediamo, meritino la vostra attenzione.

Venezia ad ottobre vista dell'hotel Ai Cavalieri di Venezia

Hotel Ai Cavalieri di Venezia ★★★★

ZONA: Calle Borgolocco, Castello 6108, Venezia VE

Particolarmente apprezzato per la sua posizione strategica, vicina ai luoghi più celebri di Venezia, questo albergo è caratterizzato da camere lussuosissime dall’arredamento sfarzoso. L’ideale per chi vuole trascorrere un soggiorno da sogno nella città lagunare.

Venezia ad ottobre vista dell'hotel Abadessa

Hotel Palazzo Abadessa ★★★★

ZONA: Calle Priuli, Cannaregio 4011 Venezia VE

Situato in una posizione comoda e centrale, questo albergo offre camere dallo stile classico e arredate con gusto. Caratterizzato da un personale preparato e un ottimo rapporto qualità prezzo, questo hotel vi farà trascorrere una vacanza principesca.

Venezia ad ottobre vista dell'hotel Zaguri

Zaguri Bed and Breakfast

ZONA: Fondamenta delle Burchielle, Santa Croce 395 Venezia VE

Apprezzato per la sua posizione strategica ma tranquilla, questo Bed and Breakfast offre camere dall’arredamento sobrio e senza pretese. Una struttura vicina ai luoghi più importanti di Venezia con dei prezzi decisamente interessanti.

Tirando le somme quindi, pur non essendo turisticamente rinomata quanto quella estiva, la Venezia d’Ottobre dimostra di essere una città magica e vivace, un luogo dove è possibile trascorrere tranquille vacanze in bilico tra cultura e tradizione, che resteranno per sempre nel vostro cuore.

Condividi con:
Commenti
  • Gran bell’articolo, utile e ben scritto! Non sapevo della tradizione delle Suche dei morti, penso prenoterò un tour guidato per la notte di Halloween.

    27 ottobre 2017

Lascia un commento