HomeConsigliLuglio a Venezia: cosa fare e cosa vedere

Luglio a Venezia: cosa fare e cosa vedere

La visita delle città d’arte è spesso rimandata alle mezze stagioni, ma per Venezia la bassa stagione non esiste mai. A luglio ci troviamo nel pieno dell’estate; ciò significa caldo, giornate lunghe e voglia di stare all’aria aperta. Oltre alle classiche mostre, ai musei e ai palazzi, il mese di luglio è in grado di intrattenere gli abitanti e i turisti con diverse opportunità per tutti i gusti.

Cosa fare a luglio a Venezia?

Il mese di luglio è uno dei più amati soprattutto dai cittadini veneziani che non vedono l’ora di festeggiare con le loro famiglie la festa del Redentore, ma anche perché è il periodo in cui solitamente iniziano le ferie sia per i lavoratori che per gli studenti universitari.

Il meteo per luglio a Venezia

Come ben sappiamo, in Italia il mese di luglio sa essere bello rovente; a Venezia non è raro che le temperature superino i 30 gradi. Ciò che complica un po’ la situazione, però, non sono le elevate temperature, bensì l’umidità. Questo fenomeno è ancora più accentuato in una città lagunare come la Serenissima.

Se non soffrite particolarmente l’afa, luglio vi permetterà di approfittare delle lunghissime giornate per passeggiare fra le calli in tutta serenità, senza preoccuparvi di avere appresso l’ombrello o gli stivali per l’acqua alta. Di conseguenza, la prima cosa da fare è godersi le calli a piedi.

Curiosità: le calli più strette di Venezia

Sempre nell’ottica della vacanza all’aria aperta, che può comprendere piccole passeggiate, vi consigliamo di andare a scovare le calli più strette di Venezia.
A Venezia ci sono più di tremila calli che ai lati hanno file continue di edifici, di tutte le grandezze, lunghe, corte, larghe, strette, soffocanti, buie, illuminate, ce ne sono veramente di tutti i tipi.
Ma noi vorremmo indicarvi le calli più strette della Città.
Tre sono le calli particolarmente caratteristiche da non perdersi per la loro peculiarità di essere così strette:

  • Calle Varisco è la calle a tutti gli effetti più stretta di Venezia, è larga solamente 53 cm, ci passa una persona alla volta a fatica. Si trova indicativamente a metà strada tra il ponte di Rialto e le Fondamenta Nove. Non è così semplice trovarla perché molte cartine la ometto essendo così stretta, vi consigliamo allora di chiedere a qualcuno del posto quando vi trovate nel campo San Canciano.
  • Calesela dell’Occhio Grosso anche questa calle non scherza come “larghezza”, è larga solamente 5 cm di più di quella precedente, ovvero 58 cm. Si trova nei dintorni dell’Arsenale e della Chiesa di San Martino.
  • Calle Stretta questa calle è larga 65cm, la possiamo considerare larga rispetto alle altre due. Si trova a San Polo e collega Campiello Albrizzi al Sottoportico della Furatola.

L’occasione di visitare queste calli è quella di vedere un’altra Venezia, quella autentica e meno turistica, quella dove vive il vero veneziano. Se però pensate di soffrire un po’ di claustrofobia vi consigliamo di limitarvi a fare qualche foto.

Attività per luglio a Venezia

In alternativa, potrete sempre pensare di approfittare del caldo per fare un’esperienza unica e irripetibile, ovvero fare un giro in gondola. Se puntate ad una vacanza low-cost, invece, potrete preferire alla tipica imbarcazione i traghetti del trasporto pubblico.

Un’altra cosa immancabile a luglio è un bel tuffo al mare e Venezia sa come provvedere a questa necessità. La città, infatti, è fornita di spiagge libere e di stabilimenti balneari nell’isola del Lido di Venezia, che separa la laguna dal Mar Adriatico. Quindi perché non fare un salto a rinfrescarsi? Per sapere di più leggete Le spiagge di Venezia e dintorni.
Un’altra gita fuori città di cui potreste approfittare nella bella stagione è il tour delle isole di Venezia, per scoprire altri paesaggi e altre tradizioni radicate nel territorio lagunare.

E alla sera…

Il mese di luglio porta con sé anche la voglia di divertirsi in compagnia fino a tarda serata. A Venezia non ci sono discoteche, ma bar e pub non mancano. In realtà, la vera movida veneziana si svolge nelle ore dell’aperitivo nei bacari (delle tipiche osterie). Fare un tour dei bacari, infatti, è un must per chi visita questa città, così come è provare il vero spritz. Per i più golosi, con lo spritz non possono mancare i cicchetti, ossia degli stuzzichini tipici locali.

Eventi a Venezia in luglio

Gli appuntamenti nel calendario cittadino di luglio sono molti: abbiamo mostre temporanee d’arte, manifestazioni dedicate agli sportivi, concerti all’aperto nei campielli, sagre nelle isole e notti al museo. Il calendario completo degli eventi è consultabile nel sito dedicato del Comune di Venezia.

In più, la città di Venezia ospita nel mese di luglio uno degli eventi più importanti dell’anno, ossia la Festa del Redentore.

veenzia gondole estateLa Festa del Redentore

La Festa del Redentore è una delle feste più sentite dai cittadini, nonché la più frequentata dai turisti, pendolari e non.

Si tiene ogni anno nella terza domenica del mese e celebra la guarigione della città dalla peste nel 1577. In questa occasione venne edificato un maestoso edificio, la Chiesa del Redentore appunto, che ogni anno viene collegata a Piazza San Marco con un ponte provvisorio di barche.

La vera attrazione dell’evento, però, rimangono i fuochi d’artificio del sabato sera. Lo spettacolo è estremamente suggestivo, perché le esplosioni colorate creano bellissimi riflessi sul Bacino di San Marco gremito di barche e spettatori col naso all’insù.

Per approfondire questa importante occasione e scoprire qualche consiglio utile per parteciparvi, leggete il nostro articolo sulla Festa del Redentore a Venezia.

Sagre e concerti

Ogni mese non mancano gli appuntamenti eno-gastronomici, si sa, i veneziani amano il buon cibo, il buon vino e la buona compagnia!!! Luglio è il mese per eccellenza in quanto sagre locali e le calde serate estive concedono di festeggiare fino a tarda serata, qui sotto un elenco completo:

  • Festa di San Piero de Casteo, si svolge tra fine giugno e inizio luglio, su un ‘Campo’ erboso, l’unico di Venezia (i campi, o piazze, veneziani sono stati tutti pavimentati in cotto, mattoni o selciato), davanti all’omonima chiesa. Lo stand gastronomico offre specialità come bigoli in salsa, frittura di pesce, pasta e fasioi e altro ancora. La festa è sempre accompagnata da buona musica, solitamente suonata da cover band.
  • Sempre a cavallo dei mesi di giugno e luglio si svolge la festa di San Piero in Volta, nell’isola di Pellestrina, famosa per essere un’isola di pescatori, infatti nello stand gastronomico potrete gustare dei tipici piatti di pesce.
  • Nella stessa isola, i primi giorni di luglio si tiene un’altra festa, la Sagra di Sant’Antonio.
  • Festa della Madonna di Marina di Malamocco, si tiene circa nella metà di luglio, per l’occasione vengono allestiti, in Piazza Maggiore e nel Piazzale di Malamocco (Lido di Venezia), dei mercatini, mostre di artigianato, musica, ballo, teatro, fuochi d’artificio e il gioco della tombola come finale. Inoltre si potrà assistere alla Regata di Malamocco.
  • Festa Benefica di San Giacomo da L’Orio. Si tiene nell’omonimo campo (Sestiere di Santa Croce) a fine mese, viene allestito un palco, in cui si esibiscono le migliori band della provincia, e uno stand gastronomico che offre grigliate di carne e buon vino.

 

tramonto a venezia estate

 

Consigli

Per frequentare Venezia nel mese di luglio l’unico problema in cui potete incorrere sono le giornate bollenti. Il nostro consiglio, quindi, è quello di evitare le ore più calde del giorno per mettervi in coda per visitare musei e monumenti e preferire un giretto fra le calli, che, vista l’altezza dei palazzi, sono quasi sempre all’ombra.

In alternativa si può preferire la visita di Chiese o palazzi meno noti (perciò senza coda all’ingresso) per riparavi dall’afa.

Alcuni nomi di chiese che vi consigliamo di vedere per la bellezza e l’importanza sono:

  • la Basilica di San Marco
  • la Basilica dei Santi Giovanni e Paolo
  • la Chiesa di San Zaccaria
  • la Basilica del Santissimo Redentore
  • la Basilica di Santa Maria della Salute
  • Santa Maria dei Miracoli
  • Basilica di San Giorgio Maggiore

La città comunque è provvista di fontanelle da cui si può bere; è invece vietato bagnarsi troppo o girare a petto nudo per la città. Semmai, presi dal caldo, vi venga in mente l’idea di bagnarvi con l’acqua dei canali, vi consigliamo di non farlo nel modo più assoluto, essenzialmente per un motivo igienico.

Altri suggerimenti possono essere:

  • prenotare con largo anticipo l’alloggio ed eventuali cene in ristorantini particolari ;
  • mettervi scarpe comode, visto che Venezia è una città da girare soprattutto a piedi;
  • comprare precedentemente biglietti salta fila per accedere velocemente nei musei;
  • portarsi uno zainetto o una borsa comoda in cui inserire una bottiglietta d’acqua, dato il caldo e il prezzo elevato a cui possono arrivare in alcune zone.
Condividi con:
Nessun Commento

Lascia un commento