HomeEventiLa festa del Redentore a Venezia 2017

La festa del Redentore a Venezia 2017

fuochi d'artificio redentore

Il Redentore è la festa più amata dai veneziani che, durante questa ricorrenza che unisce sacro a profano, si sentono parte integrante della città e di una tradizione che continua da più di 400 anni.
Oltre ai veneziani veri e propri, la festa del Redentore attira ogni anno migliaia di turisti da tutte le parti del mondo che raggiungono Venezia nella terza domenica di luglio per assistere ai magnifici fuochi d’artificio che, alzandosi in cielo dal bacino di San Marco, illuminano con i loro colori i magnifici edifici della città e le numerosissime barche che si ammassano, come formiche, per assistere al magico spettacolo.

La storia del Redentore

Nell’anno 1575 una terribile pestilenza colpì l’Italia e la città di Venezia non ne fu immune: per due anni l’epidemia straziò la città mietendo quasi cinquantamila vittime. Vennero, per l’occasione, costruiti due lazzaretti che però si riempirono in pochissimo tempo costringendo le autorità a mettere un numero sempre più elevato di malati in imbarcazioni che sostavano a largo di Venezia.
Non vedendo miglioramenti il doge esortò i cittadini a pregare e ordinò la costruzione di un tempio dedicato al Redentore non appena la pestilenza fosse finita. Il concorso per la costruzione della chiesa del Redentore venne vinto dal famoso architetto Andrea Palladio e, quando l’epidemia si placò, nel 1577, iniziarono i lavori di costruzione. Da quel momento ogni anno, la terza domenica di luglio, viene montato un ponte di barche che collega piazza San Marco alla chiesa del Redentore per far passare la processione di fedeli che ringraziano il Redentore per la fine di quella tragedia.

Come organizzarsi:

Prima di scegliere il miglior modo in cui spassarsela alla festa del Redentore a Venezia bisogna tenere a mente che l’evento richiama migliaia di turisti ogni anno e che quindi la città sarà davvero molto affollata! Per ogni evenienza sarà meglio prenotare con largo anticipo, sia che raggiungiate la città in treno, sia che siate costretti ad usare l’aereo. Anche alloggi e ristoranti finiranno presto i posti disponibili quindi non perdete tempo!
Non dimentichiamo, inoltre, che la festa inizia il sabato pomeriggio (il terzo del mese di luglio), che quest’anno sarà il 15 luglio 2017, e questo permetterà, a chi ne ha la possibilità, di sfruttare l’occasione di soggiornare a Venezia per più di un giorno.

Treno o aereo?

Questo dipende da dove arrivate e quanti giorni volete stare: se venite dal Veneto o da regioni limitrofe, con qualche ora di treno potrete raggiungere la città di Venezia senza troppi sforzi e costi. Per il ritorno potrete optare per i treni che partono nelle prime ore del mattino (intorno alle 6:00) passando la notte in una delle tante feste che animeranno il Lido di Venezia per l’occasione.
Per avere maggiori informazioni riguardo ai treni e alle relative offerte consultate il sito di Trenitalia.
Nel caso in cui voi abitiate più lontano e decidiate di passare qualche giorno a Venezia attratti anche dalla festa del Redentore, potrete viaggiare comodamente in aereo, ma cercate di prenotare il vostro biglietto il prima possibile, ci sarà molta affluenza!
Per consultare prezzi e partenze potete aiutarvi con il sito Expedia.it, inserendo date e aeroporto di partenza.

fuochi-d'artificio-spettacolo-pirotecnico-redentore-venezia

Gli alloggi

Durante la festa del Redentore a Venezia gli hotel saranno sicuramente pieni e sarà bene prenotare con largo anticipo per non doversi trovare a pagare cifre esagerate per qualche notte.
Un altro elemento da tenere in considerazione è la confusione che si creerà in quei due giorni di festa: vi consigliamo, magari, di scegliere un albergo più periferico così da non venire disturbati durante il sabato notte del Redentore; c’è da dire, però, che dopo le due di notte circa la festa si sposta al Lido e la città, dunque, non dovrebbe essere più così affollata e rumorosa come si potrebbe pensare.

Hotel consigliati:

In seguito vi proporremo una lista di hotel che potrebbero fare al caso vostro e terremo in considerazione posizione e altri comfort che potrebbero essere determinanti durante l’affollata festa del Redentore.

hotel savoia e iolanda

Hotel Savoia & Jolanda ★★★★

ZONA: Riva Degli Schiavoni 4187 Venice VE

Con la sua posizione centrale, a pochi passi da Piazza San Marco, vi darà l’opportunità di vivere appieno la festa del Redentore. Un difetto di questa struttura sarà sicuramente un po’ di confusione data dai numerosi turisti che passano in quella zona, cosa però di poca importanza se si considera la posizione strategica unita a personale cordiale e arredamento ricercato ad un prezzo nella media.

ca vendramin venezia

Hotel Ca’ Vendramin Di Santa Fosca ★★★★

Sestiere Cannaregio 2400 Venice VE

Si trova nel sestiere di Cannaregio, tranquillo e isolato dalla confusione dei turisti. A due passi dal casinò Ca’ Vendramin (per chi fosse interessato) e offre camere arredate in stile veneziano, colazione e wifi ad un prezzo davvero contenuto. Lo consigliamo a chi non ha troppe pretese e non ha problemi a farsi una camminata di mezz’oretta per raggiungere San Marco.

hotel metropole venezia

Hotel Metropole ★★★★★

Riva Degli Schiavoni 4149 Venice VE

Se cercate qualità, raffinatezza, posizione strategica e non badate troppo a spese, scegliete l’hotel Metropole. Le stanze sono quasi impeccabili, non serve prenotare una suite per ritrovarsi immersi in un’atmosfera da sogno. Si trova vicinissimo a Piazza San Marco e Rialto e per la festa del Redentore sarete al centro della scena e potrete decidere se rientrare in albergo senza incontrare troppa confusione o continuare la festa nella città fino alla mattina.

Se queste soluzioni da noi proposte non dovessero incontrare i vostri desideri o se comunque preferite alloggiare in un altro tipo di struttura, potete consultare la pagina Expedia, dove troverete appartamenti hotel e pensioni per tutti i gusti.

Non dimentichiamoci inoltre della possibilità di acquistare il biglietto dell’aereo insieme all’hotel, offerta che permette di risparmiare ma che non vi darà la possibilità di avere il rimborso
dell’hotel qualora cambiaste idea riguardo il viaggio.

Cosa fare il sabato del Redentore?

Una volta deciso come arrivare a Venezia, dove alloggiare (qualora decideste di rimanere qualche giorno) e come spostarvi nella città, non vi rimane che capire come poter vivere al meglio la serata che anticipa la domenica del redentore. Per quanto riguarda gli orari della serata:

  • la festa del sabato inizia intorno alle 19:00 quando viene aperto il ponte di barche che dà inizio al pellegrinaggio da piazza San Marco alla chiesa del Redentore.
  • Dalle 17:00 in poi, invece, moltissime barche e barchette piene di persone iniziano a posizionarsi nel bacino di San Marco in attesa dei fuochi, mangiando bevendo e festeggiando allegramente.
  • Intorno alle 23:30 inizia lo spettacolo pirotecnico che dura all’incirca mezz’ora al quale segue la confusione delle barche che cercano di uscire per raggiungere il Lido dove la festa continuerà fino a mattina.

fuochi-d'artificio-spettacolo-pirotecnico-redentore-venezia-colori-san-marco

Festeggiare in barca

La tradizione vuole che i veneziani, insieme in moltissime piccole barche, raggiungano il bacino di San Marco nel tardo pomeriggio e inizino la festa da subito brindando con abbondante vino. I piatti che caratterizzeranno la cena sono quelli appartenenti alla tradizione veneta: pasta e fagioli, bovoeti, sardine in saòr, il tutto accompagnato dal buon vino locale in attesa dei ‘foghi’.
Una volta terminato lo spettacolo pirotecnico, le barche, pian piano, vengono fatte uscire dal bacino e raggiungono, quasi tutte, il Lido, dove numerosi locali organizzano feste in spiaggia che durano fino alla mattina.
Anche se non possedete una barca, potrete noleggiare una gondola che vi porterà a vedere i fuochi d’artificio fino alla fine dello spettacolo ad un prezzo, però, davvero molto alto e per un massimo di sei persone. Esistono inoltre delle feste in grandi barche o ‘galeoni’ organizzate proprio per il Redentore con offerte che comprendono cena, drink e musica tutta la notte che sono, sicuramente, più economiche della gondola.

Attraversare il ponte di barche

Non dobbiamo dimenticare che la festa del Redentore è un‘importante ricorrenza religiosa dove non contano solo i fuochi e i festeggiamenti, ma anche i rituali religiosi ad esso legati come ad esempio il pellegrinaggio sul ponte di barche. Venne posto la prima volta nel 1577 per permettere ai fedeli di raggiungere in pellegrinaggio l’isola della Giudecca, nella quale si trova la chiesa.
Il ponte è lungo 330 metri e viene aperto tra le 18:00 e le 19:00 del sabato sera.
Tutte le celebrazioni liturgiche, però, si svolgono dalle 19:30 e iniziano con l’Eucarestia, un’altra messa si svolge appena dopo i fuochi e alle 19:00 della domenica si terrà la messa presieduta dal Patriarca seguita dalla benedizione della città dall’esterno del tempio.

I posti più belli da cui vedere i fuochi

I fuochi del Redentore sono il motivo principale per cui questa festa è così famosa nel mondo: lo spettacolo di colori inserito nella meravigliosa cornice di Venezia crea un effetto davvero mozzafiato. I posto ideale da cui vedere i fuochi è senz’altro la barca, ma, per chi non ce l’ha, esistono anche molti altri luoghi che offrono una vista ottimale sullo spettacolo:

  • Riva degli Schiavoni
  • Zattere
  • Punta della dogana

Considerando però che in queste tre zone c’è davvero molta confusione e gente che lotta per prendersi un posto abbastanza vicino alla riva.
Per chi odia la confusione, c’è la possibilità di vedere i fuochi dal Lido di Venezia o da Parco San Giuliano a Mestre, anche se l’emozione non sarà la stessa.
Un ‘funny fact’ è l’usanza, alla Giudecca, di scrivere a terra il posto riservato a una determinata famiglia del quartiere che lì si posizionerà con il tavolo per cenare e aspettare l’arrivo dei fuochi.

Lo spettacolo pirotecnico

I fuochi di artificio della festa del Redentore a Venezia sono uno degli spettacoli più belli e suggestivi del mondo che ogni anno fa da sfondo alla festosa atmosfera che si respira ogni terza domenica di luglio nella città.
Vengono usati all’incirca 3000 kg di esplosivi e 30000 artifici divisi in 25 postazioni galleggianti che danno vita ad uno spettacolo lungo circa 400 metri.

Dove cenare?

Se la vostra intenzione è quella di gustarvi una buona cena di pesce in un bel ristorante veneziano, dovrete armarvi di TripAdvisor e siti vari un bel po’ prima della serata per essere sicuri di non trovare tutti i ristoranti pieni.
Alcuni ristoranti propongono un menù fisso, solitamente di pesce, in occasione della tanto attesa serata: a farlo sono in particolare i ristoranti di lusso con terrazza dalla quale poter ammirare i fuochi, e offrono una cena molto ricca a prezzi molto alti.

Le alternative

Non è una cattiva idea, in ogni caso, nemmeno quella di passare per qualche bacaro e mangiare (e bere) qualcosa durante il tragitto verso San Marco al posto di sedersi in un ristorante per ore.

Potrete trovare nel nostro portale un articolo riguardo il tour dei bacari!
La soluzione più adatta alla situazione sarebbe quella di mangiare cibo tipico veneto in riva al Canal Grande in attesa dei fuochi, così da poter assaporare la vera atmosfera della festa del Redentore.

redentore-cena-famiglia-venezia-tradizione-cibo

I nostri consigli:

  • Chiunque abbia la possibilità di arrivare in treno, cerchi di farlo nelle prime ore del pomeriggio per evitare di trovare treni pieni e una gran confusione una volta arrivati a Venezia.
  • Se conoscete qualcuno che ha una barca non lasciatevi sfuggire l’occasione di passare il Redentore in barca!
  • Se non volete ritrovarvi stipati, scegliete un luogo diverso da San Marco o Zattere per vedere i fuochi.
  • Alla fine dello spettacolo aspettate una mezz’oretta prima di dirigervi altrove per evitare il caos generale che ci sarà.
  • La notte di sabato passatela al Lido, soprattutto se siete un gruppo di amici: ci saranno traghetti che vi porteranno in spiaggia e lì potrete continuare la vostra festa in qualche locale o alla luce della luna.

Perché la festa del Redentore a Venezia è così speciale?

La festa del Redentore è importante per Venezia non solo per le migliaia di turisti che porta nella città, ma soprattutto perché ha un grande valore simbolico per i suoi abitanti. Essa non è solo fuochi d’artificio, ma è una giornata in cui tutti gli abitanti della città, seppur pochi, si riuniscono a festeggiare; è un giorno in cui tutti possono riscoprire le origini della loro amata città e nel quale possono identificarsi e riscoprirsi, ancora, un popolo unito e legato alle sue tradizioni.

fuochi-d'artificio-spettacolo-pirotecnico-redentore-venezia-festa-colori

La magia del Redentore

La festa del Redentore a Venezia è un’esperienza difficile da descrivere a parole e abbiamo quindi cercato su Youtube un video che vi potesse dare un’idea della magia della serata.
L’unico modo per comprendere a fondo, però, sarà parteciparvi!

Condividi con:
Commenti
  • Ho avuto la fortuna di assistere allo spettacolo dei fuochi d’artificio in barca, è qualcosa di unico che consiglio a tutti!

    9 maggio 2017

Lascia un commento