HomeEventiPonte del 25 Aprile 2017 a Venezia

Ponte del 25 Aprile 2017 a Venezia

Basilica di San Marco a Venezia

Il 25 Aprile per ogni italiano ha un significato importante in quanto rappresenta il giorno della Liberazione della madrepatria dall’esercito nazifascista; è un’opportunità gioiosa per tutti i cittadini per pensare a qualche giorno lontano da casa, un weekend o un ponte per staccare dalla quotidianità.

Idee su una città da visitare? Venezia naturalmente! Essenzialmente per due buoni motivi: la Serenissima è la Serenissima e si sa quanto sia maestosa e poi per i suoi abitanti questa data è sinonimo anche di un’altra festa: è San Marco, patrono della città. Allora perché non prendere due piccioni con una fava? Con qualche piccolo aiuto organizzare la vostra vacanza sarà un gioco da ragazzi.

Arrivo e soggiorno a Venezia

Vista la ghiotta occasione per permettersi una vacanza, è opportuno pensare con qualche anticipo alla prenotazione dell’intero soggiorno, dal viaggio all’hotel. La città in primavera raccoglie migliaia di turisti da ogni parte del mondo e nei giorni festivi questi si moltiplicano ancora di più. Consigliamo quindi di prenotare qualche mese prima per non trovare tutto esaurito.

Mezzi di trasporto

Venezia è il capolinea della tratta ferroviaria che si conclude con la stazione di Venezia Santa Lucia. La stazione si trova vicino al quartiere di Cannaregio a circa 30 minuti a piedi da Piazza San Marco e Rialto, i due fulcri della città. Comunque sia, la stazione si affaccia sul Canal Grande, pertanto è ben collegata con i vaporetti pubblici e con i taxi acquei a tutti gli ormeggi della Serenissima. Per consultare date e orari dei treni è possibile usufruire del servizio di Trenitalia, mentre per controllare le linee dei vaporetti si può far affidamento sul sito dell’azienda dei trasporti pubblici ACTV.

L’altro metodo più comune per arrivare a Venezia è l’aereo, con cui si atterra all’Aeroporto Marco Polo. Da qui tramite autobus navetta o taxi è possibile arrivare a Piazzale Roma, che è diviso dalla Stazione Santa Lucia dal Ponte di Calatrava. Anche qui vaporetti e taxi possono permettere di raggiungere l’hotel. Per aiutare il trasporto delle valigie (soprattutto nei ponti) possono intervenire alcuni addetti. Attenzione però: accertatevi che siano muniti di licenza legale e in regola!

Sempre a Piazzale Roma e nei pressi vi sono anche dei garage per custodire l’auto durante il soggiorno ma ad un caro prezzo giornaliero (circa 30€).

calatrava-venezia-come-arrivare

Alloggi

Il sito Expedia.it propone diversi alloggi che vanno dai convenzionali hotel ai bed & breakfast, dagli ostelli agli appartamenti.

Nota bene: Venezia è costituita da palazzi d’epoca conservati in ogni dettaglio, quindi trovare alloggi in cui vi siano le classiche comodità a cui siamo abituati in altre città, non è molto semplice. Basti pensare all’ascensore che spesso non può essere installata in questi maestosi palazzi. Di conseguenza, il nostro consiglio è di controllare molto bene di cosa dispongono gli alloggi e se siete preoccupati del fatto di dover attraversare la città a piedi, verificate che la struttura sia vicina ad un imbarcadero dei vaporetti.

Se arrivate in aereo, vi potrebbe risultare conveniente pensare a un pacchetto che comprenda sia il volo che l’alloggio. Fra le proposte Expedia dalle maggiori città italiane troviamo:

  • Hotel Tritone per 3 notti per 2 persone a 454€. L’Hotel Ai Reali è un 4 stelle che si trova a Mestre (VE) ed è ottimo per le famiglie. Si trova in un’ottima posizione, comodo per raggiugere Venezia in soli 15 minuti.
  • Carnival Palace Hotel per 3 notti per 2 persone a 360€. L’hotel, un 4.5 stelle, è consigliato per le coppie per la sua atmosfera romantica; si trova a Cannaregio e dispone sia di ascensore che di giardino e si trova a pochi metri da un imbarcadero dei vaporetti.
  • Hotel Antico Panada per 3 notti per 2 persone a 900 €. La struttura, un 3 stelle, si trova nel Sestiere San Marco, quindi proprio al centro della cottà, questo giustifica il prezzo più elevato. Hotel perfetto per le coppie, gode di una romantica atmosfera.

Aria di festa

La vostra vacanza verrà trascinata dal clima festaiolo che aleggia in tutta la città in questi giorni. La Festa della Liberazione è una festa nazionale che celebra il 25 Aprile 1945, giorno in cui le forze partigiane insorsero contro i nazifascisti che occupavano la penisola e la liberarono. Di conseguenza, ogni italiano è chiamato a festeggiare tale giorno ed è appunto una perfetta opportunità per trascorrere qualche spensierato giorno in vacanza.

I veneziani si sentono doppiamente chiamati in causa nei festeggiamenti, perchè casualmente il 25 Aprile coincide con il patrono della città, ovvero San Marco Evangelista. Questo personaggio ha una tale importanza per la comunità tanto che vi hanno dedicato la più importante piazza e la rinomata Basilica.

Celebrazioni per la Liberazione della Repubblica

Venezia, come la maggior parte delle città italiane, organizza eventi in tutta la città per la Festa della Liberazione. Si parte in mattinata da Piazza San Marco in cui viene svolto il rito dell’Alzabandiera e vengono resi gli Onori da Parte dei Picchetti Militari. Spostandosi nel Sestiere di Cannaregio si può partecipare al percorso della Memoria, ossia un corteo accompagnato dal Coro 25 Aprile. Il percorso si conclude nel Ghetto ebraico, sempre a Cannaregio, in cui vi sono altre commemorazioni ufficiali.

Nel centro storico vengono programmati altri ritrovi commemorativi come in Campo Santa Margherita, in cui vengono deposte corone d’alloro sul Monumento ai Caduti. Lo stesso avviene nelle Fondamenta San Giacomo sull’isola della Giudecca, in cui si trova la Lapide in Memoria dei Caduti per la Libertà. Partecipare a tali ricordi il ponte del 25 Aprile a Venezia è molto suggestivo perchè la città ne è stata protagonista e gli abitanti più anziani ne ricordano vivi i momenti.

In alternativa, eventi simili vengono proposti anche in terraferma a Mestre in Piazza Ferretto e al Teatro Toniolo, nel quale vengono consegnate le medaglie della Liberazione ai cittadini meritevoli. Anche il Lido, le isole e i Paesi limitrofi alla città programmano commemorazioni.

Nel 2016 l’amministrazione veneziana ha deciso di arricchire i festeggiamenti di due importanti eventi: nel pomeriggio in Piazza San Marco è stata proposta un’esibizione dell’Orchestra e del Coro del celebre Teatro La Fenice; a Mestre, invece, la festa è continuata con la chiusura del “Live Music Mestre“, una gara musicale che coinvolge molto i giovani. Gli eventi sono stati molto apprezzati, quindi non è da escludere la loro nuova proposta negli anni a venire.

Festeggiare per il Santo Patrono di Venezia

La vostra vacanza del ponte del 25 Aprile a Venezia in pratica viene arricchita da una straordinaria ricorrenza che vi farà sentire parte della comunità. San Marco Evangelista oggi viene commemorato il 25 Aprile, data della morte del Santo, mentre una volta veniva celebrato anche il 31 Gennaio, data in cui il suo corpo fu portato nella Basilica da Alessandria e il 25 Giugno, quando furono ritrovate le sue reliquie. Secoli fa, il Santo veniva ricordato con una processione verso la Basilica, a cui partecipavano il Doge e le massime autorità cittadine, nonché migliaia di fedeli al Santo.

Oggi, invece, ne resta la Messa celebrata dal patriarca nella Basilica di San Marco, a cui ha molto fascino partecipare. L’occasione è ottima per sentirsi parte integrante della cittadinanza e per visitare i meravigliosi interni dorati della Basilica.

In più, divertitevi a cercare in tutta la città il simbolo che rappresenta San Marco, ossia il leone alato che sorregge il libro in cui vi sono incise le parole Pax Tibi Marce Evangelista Meus (Pace a Te o Marco Mio Evangelista). Ci si accorgerà che il leone si trova davvero in molti angoli della Serenissima, tanto da essere divenuto un’icona della città stessa (c’é anche nel vessillo veneziano).

san-marco-leone-25-aprile

Partecipare alla festa del “bocolo”

Per sentirsi in tutto e per tutto un vero veneziano, il 25 Aprile bisogna correre dal fiorista per accaparrarsi un ambito bocciolo di rosa rossa e bisogna donarlo alla propria amata, alla propria mamma, figlia o sorella. La tradizione del dono del “bocolo” (che in veneziano significa bocciolo) è una regola fissa del 25 Aprile a Venezia e ritrova fondamenta nelle più antiche leggende cittadine.

I miti che ne parlano sono due ed entrambe le versioni sono accettate. Il primo parla dell’amore fra la nobildonna Maria Partecipazio e il trovatore Tancredi, ostacolato dalla diversità sociale; il secondo parla del roseto che si trovava di fianco alla tomba di San Marco. In entrambi i casi, il dono è associato all’amore verso una donna.

Per rendere questa romantica tradizione ancor più affascinante, vi consigliamo di donare il vostro bocciolo di rosa all’amata trascinati sulle calme acque dei canali sopra ad una gondola. Approfittando dei tour organizzati dovrete solamente pensare a correre dal fiorista per il bocciolo. Expedia.it vi propone tour romantici ed abbordabili come:

gondola-venezia-25-aprile

Musei gratis per il 25 Aprile

Per tutti i cittadini delle province di Venezia, Padova, Treviso, Vicenza, Verona, Rovigo, Belluno e Pordenone, i Musei Civici di Venezia restano aperti gratuitamente ogni anno nel giorno del 25 Aprile. Se la vostra vacanza si prolunga nei primi giorni di maggio, ricordate che per tutti i cittadini italiani, il primo maggio e la prima domenica del mese, i Musei nazionali sono gratis.
Venezia dispone di numerosi musei civici, ognuno dei quali merita una visita. I più rilevanti sono:

  • Palazzo Ducale, capolavoro dell’arte gotica e simbolo della città, era sede del doge e delle magistrature statali;
  • Museo Correr, ossia il Palazzo Reale ricco di storia veneziana con la sua Pinacoteca e le sue splendide sale decorate da Antonio Canova;
  • Ca’Rezzonico che ospita importanti opere del ‘700 fra bellissimi arredi;
  • Ca’Pesaro, per gli amanti dell’Arte Moderna ospita mostre che contengono quadri del calibro di Klimt, Kandinsky e Medardo Rosso;
  • Museo del Vetro, si trova nell’isola di Murano ed espone la vasta storia dell’artigianato muranese;
  • Museo di Palazzo Mocenigo, che espone la storia dei costumi e della tradizione tessile con un percorso dedicato ai profumi;
  • Torre dell’Orologio, scandisce da oltre mezzo millennio la vita e lo scorrere del tempo per i veneziani

La lista completa dei musei civici veneziani è raccolta nel sito della Fondazione Musei Civici Venezia.

Cosa si mangia il 25 aprile a Venezia

In una qualsiasi vacanza a Venezia non possono mancare le pause eno-gastronomiche per assaporare la buonissima cucina veneta. I ristoranti nella città sono moltissimi; il nostro consiglio è quello di evitare i posti e i menù turistici, ma addentrarvi nelle calli meno battute per trovare posti nascosti intrisi di tradizione. Se avete difficoltà a trovare posti adeguati chiedete a qualche veneziano doc che saprà consigliarvi sicuramente il meglio.

In occasione di San Marco (e di ogni altra festa tradizionale) i veneziani amano deliziare il loro palato con uno dei piatti più antichi della cucina locale, ossia i “risi e bisi“, perchè anticamente veniva offerto al Doge proprio il 25 Aprile. Anche se voi il doge non siete, gli osti veneziani saranno molto lieti di coinvolgervi con i sapori di questo e di altri golosi piatti tipici.

Ponte del 25 Aprile: istruzioni per l’uso

Frequentare Venezia il ponte del 25 Aprile è naturalmente consigliato, perchè come abbiamo detto si festeggiano la bellezza di due ricorrenze e la città diventa sempre più allegra del solito. La città però diventa ancora più affollata di turisti in vacanza e pendolari della provincia che vengono a festeggiare San Marco. Di conseguenza la prenotazione del soggiorno deve essere adeguatamente anticipata.

I musei gratuiti si affollano più velocemente del solito, perciò è normale attendersi delle code più lunghe, ma le tiepide giornate primaverili permettono di non soffrire il freddo o il caldo afoso. Expedia, comunque propone dei tour combinati delle attrazioni che permettono di saltare la fila come Salta la fila: Basilica di San Marco e viaggio in barca a Murano, oppure Salta la fila: tour del Palazzo Ducale.

Anche per un buon pasto in un famoso luogo del centro viene proposto Pasto all’Hard Rock Cafè con posti prioritari.

Inoltre, in concomitanza con le celebrazioni per la Festa della Repubblica, in Piazza San Marco negli anni passati si sono formate delle manifestazioni partitiche di protesta, nonostante fossero vietate in Piazza. Le manifestazioni non hanno creato alcun problema rilevante se non qualche schiamazzo in più.

Tirando le somme, il ponte del 25 Aprile a Venezia è una perfetta opportunità di vacanza per sentirsi un vero cittadino della Serenissima e scoprirne le tradizioni più radicate.

Condividi con:
Commenti
  • Grazie anche ai vostri consigli il mio carnevale a venezia è stato una bomba, top del top. ho letto anche questo articolo e quello del redentore…..peccato che non tornerò a breve! magari tra un paio di anni 🙁

    14 marzo 2017
  • a pasqua non riuscirò a muovermi di casa, quindi sicuramente approfitterò del ponte del 25 aprile. è troppo tardi per prenotare ora una struttura?????

    20 marzo 2017
  • Per il ponte sarò a Venezia per qualche giorno e penso proprio di seguire i vostri consigli per vedere Venezia in tre giorni 😉

    18 aprile 2017

Lascia un commento